Risotto al radicchio rosso

Risotto al radicchio rosso

Esistono 3 qualità differenti di radicchio: il tardivo di Treviso, di Verona e di Chioggia.
Per la preparazione di questo piatto ho utilizzato il radicchio di Chioggia in quanto possiede una nota amara meno intensa e lo rende adatto alla preparazione di risotti.
In cucina ha una certa versatilità; è ottimo in insalate, saltato in padella con altre verdure o per creare un ripieno per torte salate.

Risotto allo zafferano con radicchio rosso in agrodolce:

200 gr di riso semintegrale
2 scalogni
Brodo vegetale
1 bustina di zafferano
1 cucchiaio di tahin
1 radicchio di Chioggia
Mezzo cucchiaio di malto di riso
Un cucchiaio di aceto di mele
Semi di canapa

Tritare gli scalogni e farli appassire in padella con un filo di olio e sale, aggiungere il riso, lasciarlo tostare, dopodiché aggiungere poco per volta il brodo portando il riso a cottura cercando di mantenere una consistenza cremosa. Stemperare lo zafferano in poco brodo e aggiungerlo al riso. Fuori dal fuoco mantecare il risotto con il tahin e un filo di olio. Nel frattempo saltare il radicchio in padella con olio e sale e, appena sarà appassito, unire il malto e l’aceto e continuare la cottura per qualche minuto affinché l’aceto evapori. Impiattare il risotto e guarnire con il radicchio.